Santa Madre

MESSAGGI DEGNI di NOTA – IV

MESSAGGI DEGNI di NOTA – IV posted in Commenti Eleison on Maggio 11, 2024

Buon Dio, io non posso. Tu puoi. Tu devi. 

In Te io credo, spero, e confido.

Questo quarto (e ultimo per il momento) Messaggio dal Texas è particolarmente appropriato per i Cattolici di oggi, sia per la spiegazione del loro disagio, sia per l’appello alla loro fiducia. Le parole in neretto sono state evidenziate da questi “Commenti”. Leggete comunque i messaggi originali in inglese o espagnol sul sito mdm.faith 

14 Marzo 2024, da Dio Padre: Per i miei figli che vivono in esilio, scrive quanto segue: 

Vivete in esilio, un esilio dolorosissimo perché non è solo il non essere ancora nel Mio Paradiso – nei luoghi che ho preparato per voi da tutta l’eternità, uniti nel Mio Amore – ma è anche il sentirvi esiliati dalle vostre famiglie, dai vostri amici, persino dalla Mia stessa Chiesa, vivendo come esuli, senza una casa propria. Quanti di voi, figli miei, vi sentite così, abbandonati, dimenticati, ignorati e così feriti. Feriti dal mondo e dall’invidia di Satana, feriti dalle vostre stesse azioni e decisioni. 

Figli, guardate il vostro Padre. Guardate Colui che ha voluto che voi esisteste – in questo momento – per ricevere il Suo Amore, la Sua Grazia, per imparare a vivere con Lui ora per poter vivere con Lui per tutta l’eternità. Datemi tutto il vostro dolore, figli, l’angoscia che avvolge i vostri cuori nel vedere la devastazione della Mia vigna. Unite il vostro dolore al Mio. Io sono il vostro Padre, il vostro “Abbà” e il vostro DIO. E presto, figli miei, il vostro Dio Si manifesterà in modo tale che tutto ciò che esiste riconoscerà che IO SONO DIO. Ora terribile e Ora piena di grazia. L’Ora benedetta, l’Ora della Mia ultima Misericordia prima della grande battaglia che lascerà Satana e le sue coorti sconfitte. 

Vi chiedo di prepararvi, di essere attenti – ma questa preparazione e questa attenzione alla mia voce deve essere radicata nella FEDE, figlioli. La FEDE che crede in ciò che Io dico; che crede che tutto ciò che vi dico è vero, nonostante tutto intorno a voi vi dica il contrario; nonostante i vostri sensi vi dicano qualcosa di diverso. La FEDE che è ADORAZIONE perché Mi dà ciò che è Mio di diritto come DIO e come vostro PADRE. La FEDE che è unione con Me, cioè il non separare il vostro sguardo dal Mio volto, dal Mio amore, dalla Mia volontà. Mettete da parte i vostri criteri, le vostre idee, i vostri ragionamenti. Figlioli, sono contaminati dal mondo e in molti casi dal vostro stesso orgoglio istigato da Satana. Permettetemi di guidare i vostri pensieri secondo la Mia luce e la Mia volontà per ciascuno di voi. Figlioli, non abbiate paura. Ho collocato ciascuno di voi dove ho bisogno di voi. Il vostro primo compito in quest’Ora è stare con lo sguardo fisso su di Me. 

Figli, non vi chiedo di capire, ma piuttosto di ascoltarMi, di accoglierMi, di obbedirMi. Ma voglio la vostra collaborazione, figli, ed è per questo che vi chiedo di camminare nelle tenebre, nel deserto dei sensi, dove tutto è nebbia per i sensi, per la mente, perché è qui che – fidandovi del fatto che vi sto guidando, obbedendo anche se non capite e avete paura perché non Mi vedete e non vedete la Mia strada – è qui, figli, che vi ammaestro alla vera e indomabile FEDE che vi unisce a Me. 

Il vostro Dio sta arrivando. CON POTERE E AUTORITÀ. PER RISTABILIRE IL SUO ORDINE IN TUTTO CIÒ CHE È STATO CREATO. PER RIPRISTINARE CIÒ CHE È CORROSO DAL PECCATO E DA SATANA. PER SCACCIARE I SERPENTI E I LUPI DAL MIO TEMPIO. PER RICONQUISTARE I CUORI DEI MIEI FIGLI. 

Kyrie eleison 

MESSAGGI DEGNI DI NOTA – III

MESSAGGI DEGNI DI NOTA – III posted in Commenti Eleison on Maggio 4, 2024

L’uomo che disprezza Dio ha reso il nostro mondo così degradato 

Che solo Dio, e nessun altro, può risanare.

La terza serie di Messaggi che ci sono giunti dal Cielo all’inizio di quest’anno attraverso la piccola Missione della Divina Misericordia nei boschi del Texas, è nuovamente indirizzato da Dio Padre, ma questa volta “ai Suoi sacerdoti fedeli”. I contenuti sono in netto contrasto con le terribili accuse che Egli ha rivolto ai vescovi e ai sacerdoti del Vaticano II nel Suo Secondo Messaggio – si vedano questi “Commenti” della scorsa settimana, EC 876 del 27 Aprile. Sia il Secondo che il Terzo Messaggio sono particolarmente rilevanti per i nostri tempi drammatici, evidenziando il bene e il male particolari che provengono dai vescovi e dai sacerdoti. Ad Akita, nel 1973, la soluzione della Madonna a tutti i mali del mondo era il Rosario, recitato “per il Papa, per i vescovi e per i sacerdoti”. Continuate a leggere. 

1 e 2 Marzo. Scrivi, figlia Mia, per i Miei sacerdoti fedeli. Scrivi per i Miei figli che hanno preservato la Mia Parola – il Mio Gesù – come centro del loro essere: che imitano il Mio Gesù nella Sua obbedienza, nella Sua offerta, nel Suo amore e nella Sua fiducia nel Padre. Vi siete rivestiti del Mio Gesù e come tali vi vedo. Figli Miei fedeli, vegliate – vegliate instancabilmente sui Miei piccoli. Aiutateli con le vostre preghiere e il vostro sacrificio – l’offerta quotidiana di voi stessi con il Mio Gesù sull’Altare. Il Santissimo Sacrificio della Messa. La Santissima Offerta del Mio Gesù per amore Mio – e vostro. L’Offerta a cui vi unite. L’Offerta che Io accolgo nel Mio Cuore e attraverso la quale riverso la Misericordia e la Grazia sul Mio popolo inaridito. 

Capite quindi, figli Miei, perché ci sono tanti e incessanti attacchi a questo Santo Sacrificio? Perché il nemico deve distruggerLo a tutti i costi? Perché lavora instancabilmente per sovvertirLo? E non potendo distruggerLo – perché è già stato sconfitto da Esso – deve distruggere coloro nelle cui mani ho posto questa Offerta: voi, Miei sacerdoti. Vedete gli attacchi al Mio Santissimo Sacramento, la Vera Presenza del Mio Gesù – con quale disprezzo e mancanza di rispetto viene trattato, abusato. Vedete come questi attacchi distruggono la FEDE nei cuori dei Miei figli, che non credono più al Mio Gesù, non Lo riconoscono più. Vedete come quando la FEDE si spegne, l’idolatria e la disperazione prendono possesso dell’anima. 

Vedete, figli Miei, un baluardo dopo l’altro cadere, essere distrutto. Vedete le orde di demoni che attaccano i Miei figli. L’ordine che ho stabilito nella Mia Chiesa per il bene di tutti i Miei figli è sotto assedio, figli Miei. Avete sperimentato le conseguenze di questo assedio e la confusione che provoca. La terribile, terribile confusione che ha portato. Quando una missione si separa dalla VERITÀ, da Me, cessa di essere utile e, non rimanendo nella VERITÀ, diventa un’anti-missione. Un ostacolo. Figli miei, vedete ora cosa sta accadendo nella Mia Chiesa? QUANTE MISSIONI SONO STATE SOVVERTITE? QUANTE HANNO L’APPARENZA DI ESSERE MIE, MA APPARTEGONO AGLI IMPOSTORI? 

Noi – voi e Io – siamo in questa battaglia da molto, molto tempo. Respingendo costantemente gli attacchi dell’Antico Serpente, il grande Accusatore. Ma la battaglia che si profila ora, figli Miei, è molto più grande, molto più sottile, molto, molto più pericolosa. Ed è per questo che ho riservato Grazia su Grazia per questi tempi. Il Mio nemico – il nostro nemico – pensa di avere la vittoria in pugno, vede la distruzione e l’inganno che ha causato. È così soddisfatto di se stesso che il suo orgoglio lo acceca. Figli Miei, manderò la Mia verità con un grande Segno, e con una grande luce per illuminare le coscienze dei Miei figli, affinché vedano come Io vedo ciascuno di voi. Quando agirò così – in un istante, da un capo all’altro del mondo – il vostro Sacerdozio diventerà un enorme pilastro e rifugio per i Miei figli, che verranno a voi in moltitudine per ricevere il Mio perdono e la Mia misericordia attraverso di voi. Figli miei, preparatevi. IO STO ARRIVANDO. 

Kyrie eleison 

MESSAGGI DEGNI DI NOTA – I

MESSAGGI DEGNI DI NOTA – I posted in Commenti Eleison on Aprile 20, 2024

L’orrore in arrivo minaccia un dolore enorme, 

Ed è per questo che Lei ci avvisa, ancora e ancora.

Quando si ha a che fare con apparizioni e messaggi che si suppone provengano dal Cielo, essere prudenti è certamente saggio, perché solo Dio sa come il Diavolo ha talmente infiltrato le menti degli uomini di Chiesa con il tradimento della vera Fede Cattolica tramite le diavolerie del Vaticano II, che non ci si può più fidare di questi uomini ecclesiastici per fare un corretto discernimento Cattolico tra ciò che proviene e ciò che non proviene veramente dal Cielo, così come San Paolo ci invita a fare nella Scrittura – I Tess. V, 19–21. Ma si può essere anche eccessivamente prudenti, soprattutto quando la normale Autorità della Chiesa è essa stessa in confusione. Una cosa è certa: come non ci sarebbero banconote contraffatte se non ci fossero banconote autentiche in circolazione, così non ci sarebbero Messaggi dal Cielo contraffatti se non ci fossero alcuni autentici da imitare. Spetta a noi stessi fare del nostro meglio per discernere. Diamo ascolto a una serie di recenti Messaggi provenienti dal Texas, negli Stati Uniti. 

La serie è iniziata con un Messaggio introduttivo presumibilmente della Madonna – il “presumibilmente” deve essere dato per scontato e non ripetuto, in questi “Commenti Eleison”, ogni volta che si riporteranno citazioni di questi Messaggi. I “Commenti” non hanno l’autorità per garantire l’autenticità dei Messaggi Texani, ma li prendono abbastanza sul serio da considerarli degni di essere citati. Lasciamo che i lettori giudichino da soli. Ecco, ad esempio, alcuni estratti dal primo Messaggio (per l’ultima volta – si suppone) della Madonna. 

8 Febbraio. Figli, la battaglia incombe, e voi dormite. Vengo a svegliarvi, come una buona madre che, vigilando e vegliando sui suoi figli, e vedendo il crescente pericolo, li scuote affinché non muoiano senza combattere. Figlioli, questi sono i tempi annunciati fin dall’antichità, in cui il serpente tre volte maledetto avvelenerà molti, interferirà in ciò che è Nostro e sorgerà per confondere le nazioni con i suoi burattini, i suoi servi, per distruggere tutto ciò che è di Dio e per governare al Suo posto. Il desiderio del Diavolo di essere adorato e il suo odio per Dio lo hanno spinto a preparare, nel corso dei secoli, ciò che ora viene svelato davanti ai vostri occhi . . . 

Sono venuta da voi, figli, più e più volte, anno dopo anno, per avvertirvi . . . ma quanti pochi di voi Mi hanno capito e si sono messi a Mia disposizione per formare il Mio esercito di luce . . . . Figlioli, non c’è più tempo. La battaglia, il nostro contrattacco, inizia con queste Parole, che vi diamo come Luce, Protezione, Guida e Consolazione. Non ignoratele . . . vi daranno la guida di cui avete bisogno, ora che la Mia Chiesa è senza un pastore che si occupi delle mie pecore, dei miei figli . . . . Vogliono distruggervi, figli . . . ricevete le mie Parole d’amore e di consolazione. 

Siete feriti, figlioli, chi più, chi meno, ma tutti portate ferite – a causa delle vostre decisioni e dell’odio di Satana – e tutti avete bisogno della Nostra guarigione, tutti avete bisogno del Nostro aiuto. Figlioli, vi dono di nuovo il Mio Gesù, ve Lo dono con tutto il Mio amore personale . . . come vostro Re . . . come vostro Salvatore e Redentore . . . solo Lui, figlioli. Solo Lui salva. Solo Lui purifica. Solo Lui guarisce . . . . Non lasciatevi confondere. Molte voci cercano, e cercheranno, di passare per Sua. Molti dicono e diranno di fare tutto nel Suo nome. Ma guardate le loro opere. Guardate i frutti, figlioli. NON IGNORATELI. 

Ed Io, vostra Madre, vi preparerò a ricevere il supremo Dono della Fede luminosa nel centro della vostra anima per poter affrontare i tempi presenti e futuri, in cui tutto ciò che sembrava stabile crollerà . . . . Beato chi accoglie queste Parole e le lascia fruttificare . . . 

Il testo completo è piuttosto lungo, e gli estratti selezionati e sopra riportati non trasmettono in pieno il senso di urgenza della Madonna, come se fossimo sull’orlo della grande battaglia che sta per scoppiare. Il piccolo centro Cattolico del Texas che riceve questi Messaggi ha un proprio sito web: https://missionofdivinemer 

Di fatti – Kyrie eleison 

Protezione del Cuore

Protezione del Cuore posted in Commenti Eleison on Dicembre 22, 2018

Ecco un prezioso resoconto di come il Natale ha potuto proteggere il Cuore Immacolato di Maria dall’essere sopraffatto dalla sua intima partecipazione alla Passione del suo divino Figlio.

“L’estatica beatitudine del mio parto è venuta meco come essenza di fiore chiusa nel vivo vaso del mio cuore per tutta la vita. Una gioia indescrivibile. Umana e sovrumana. Una gioia perfetta.

“Quando il venir de ogni sera della vita di mio Figlio mi martellava nel cuore il doloroso memento: “Un giorno in meno di attesa, un giorno in più di vicinanza al Calvario”, e la mia anima era sommersa dalla pena come se un flusso di strazio l’avesse ricoperta, anticipata onda della marea di tormento che mi avrebbe inghiottita sul Golgota, io curvavo il mio spirito sul ricordo della beatitudine della Notte Santa che era rimasto vivo nel mio cuore, come ci si curva su una stretta gola di montagna per riudire l’eco di un canto d’amore, o per vedere in lontananza la casa della sua gioia.

“Questa è stata la mia forza nella vita, specialmente nell’ora della mia mistica morte ai piedi della Croce. Essa mi ha aiutata a non dire a Dio – che stava punendo noi due, io e il mio dolce Figlio, per i peccati del mondo intero –, che il castigo era troppo atroce e che la sua mano di Giustiziere era troppo severa; e fui costretta, attraverso il velo del più amaro pianto che donna abbia mai versato, a fissare il mio cuore in quella Notte Santa, in quel ricordo luminoso, beatifico, santo, il quale si alzava in quell’ora sul Golgota dall’interno del mio cuore per dirmi quanto Dio mi avesse amata – visione che si alzava per venirme incontro non attendendo, poiché era una gioia santa, che io lo cercassi, perché tutto quanto è santo è infuso da amore e l’amore dà vita anche a cose apparentemente senza vita.

“Ecco cosa dobbiamo fare quando Dio ci colpisce.

* Ricordare i tempi in cui Dio ci ha dato la gioia, così che possiamo dire, anche fra lo strazio: “Grazie, Dio. Tu sei buono con me”.

* Non rifiutare il conforto del ricordo di un dono del passato, per confortarci nell’ora in cui il dolore ci piega, come steli percossi da una bufera, verso la disperazione, per non disperare della bontà di Dio.

* Fare in modo che le nostre gioie siano gioie di Dio, ossia non darci gioie umane di nostra scelta e troppo facilmente non di Dio, come tutto ciò che facciamo se è avulso da Dio, dalla Sua Legge divina e dalla Sua Volontà. Dobbiamo attendere la gioia solo da Dio.

* Tenere a mente la Legge e la Volontà di Dio anche per le gioie del passato, perché il ricordo che ci sprona a fare il bene e a benedire Dio non è biasimevole, ma anzi consigliato e benedetto.

* Far brillare la luce della gioia passata in mezzo alle tenebre presenti, per rendere le tenebre tanto luminose che anche nella notte più buia ci bastino a vedere il Volto Santo di Dio.

* Addolcire un calice amaro con un dolce ricordo, per poterne sopportare l’orribile gusto e giungere a berlo fino all’ultima goccia.

* Sentire col prezioso ricordo che serbiamo nel cuore, la sensazione della carezza di Dio anche mentre le spine ci stringono la fronte.

“Ecco le sette beatitudini contrapposte alle sette spade, come quelle che hanno trafitto il mio Cuore Immacolato. Esse costituiscono la mia lezione di Natale per te, e insieme ne faccio un regalo ai miei figli prediletti. La mia carezza per benedizione a tutti”.

Kyrie eleison.

Gloria di Maria

Gloria di Maria posted in Commenti Eleison on Settembre 3, 2016

Questo tempo tra le feste cattoliche dell’Assunzione in Cielo della Madonna (15 agosto) e della Natività di Maria (8 settembre), può essere un buon momento per riflettere su una delle principali obiezioni protestanti alla devozione dei cattolici per la Santa Vergine. La obiezione che suppone che tutta l’attenzione, l’onore e la preghiera rivolti a Maria sarebbero tolti a Nostro Signore – solo Lui è il nostro Redentore, e quindi solo a lui dovrebbero andare tutta la nostra devozione, culto e preghiera. La seguente citazione, proveniente come da Nostro Signore stesso, pone molte di tali obiezioni in una prospettiva diversa:—

L’occhio umano non può fissare il sole, mentre può guardare la luna. L’occhio dell’anima non può fissare la perfezione di Dio quale essa è. Ma può guardare la perfezione di Maria. Maria è come la luna rispetto al sole. Ne è illuminata e riflette su voi la luce che l’ha illuminata, ma addolcendola di quei mistici vapori che la rendono sopportabile alla limitata vostra natura. E’ per questo che io ve la propongo da secoli come modello per voi tutti che ho voluto miei fratelli appunto in Maria.

E’ la madre. Che dolcezza per i figli guardare la madre! Ve l’ho data per questo, perché poteste avere una dolce Maestà la cui splendidezza fosse sufficiente a rapirvi, ma non ad abbacinarvi. Solo ad anime speciali, che ho scelto per motivi insindacabili, ho mostrato Me stesso, nel mio fulgore di Dio-Uomo, di Intelligenza e di Perfezione assoluta. Ma insieme a quel dono ne ho dovuto dare un altro che le rendesse capaci di sopportare la mia conoscenza senza rimanere annichilite.

Mentre Maria la potete tutti guardare. Non perché Ella sia simile a voi. Oh! no! La sua purezza è tanto alta che Io, suo Figlio e Dio, la tratto con venerazione. La sua perfezione è tale che l’intero Paradiso si inchina al suo trono sul quale scende l’eterno sorriso e l’eterno splendore della nostra Trinità. Ma questo splendore, che la compenetra e indía più di ogni altra creatura, è soffuso dai veli candidissimi della sua carne immacolata, per cui Ella raggia come una stella, raccogliendo tutta la luce di Dio e diffondendola come una luminosità soave su tutte le creature.

E poi Ella vi è in eterno Madre. E della Madre ha tutte le pietà che vi scusano, che intercedono, che ammaestrano pazientemente. Grande è la gioia di Maria quando può dire a chi l’ama: “Ama mio Figlio”. Grande è la mia gioia quando posso dire a chi mi ama: “Ama mia Madre”. E grandissima è la nostra gioia quando vediamo che staccandosi dai miei piedi uno di voi va a Maria, o staccandosi dal grembo di Maria uno di voi viene verso di Me. Perché la Madre giubila di dare altri innamorati al Figlio e il Figlio giubila di vedere amata da altri la Madre. La nostra gloria non cerca di sopraffarsi ma si completa nella gloria dell’altro.

Perciò ti dico: “Ama Maria. Ti do a Lei che ti ama e che ti illuminerà unicamente con la soavità del suo sorriso”

Se i cattolici sapessero far brillare in loro la luce di Maria, potrebbero muovere innumerevoli anime verso suo Figlio e verso Dio, cosa che i veri devoti protestanti possono solo desiderare.

Kyrie eleison.

Una storia interna – V

Una storia interna – V posted in Commenti Eleison on Novembre 15, 2014

Quando i piani a lungo fissati da Mons. Fellay per salvare la Fraternità San Pio X e la Chiesa per mezzo della loro riconciliazione, che mescolava la Tradizione col Concilio, furono spazzati via nel gennaio 2009 dalla piena prodotta dalla pubblicità mondiale data alla veduta del tutto “politicamente scorretta” di un collega della FSSPX, si sarebbe potuto simpatizzare con lui, se tale mescolanza non fosse un sogno impossibile. Ma in effetti la religione cattolica di Dio si mescola con la sua imitazione conciliare, “frutto del lavoro dell’uomo”, come l’olio si mescola all’acqua o la verità alla menzogna. I cattolici che risalgono con la memoria al 1988, ricorderanno come Mons. Lefebvre sosteneva che per la FSSPX un tale tentativo equivaleva ad una “operazione suicidio”, suicidio innanzi tutto per la FSSPX, ma anche per qualunque cosa avesse potuto fare la FSSPX per la Chiesa Universale.

Di conseguenza, i cattolici avvertiti tirarono un gran sospiro di sollievo quando in quel mese la Provvidenza utilizzò i nemici della Chiesa, con i loro media mondiali, per silurare gli sforzi congiunti di Benedetto XVI e di Mons. Fellay tesi a fondere Concilio e Tradizione. E questi cattolici hanno potuto avere dalla Provvidenza una drammatica ma discreta conferma che pensavano correttamente.

L’”accantonamento” operato da Benedetto XVI delle “scomuniche” del 1988 dei quattro vescovi della FSSPX, decretate da Roma subito dopo la loro consacrazione, fu direttamente attribuito da Mons. Fellay, in pubblico, all’intervento della Madonna, grazie alla seconda Crociata del Rosario della FSSPX della fine del 2008. Eppure la Madonna, attraverso la sua messaggera, aveva detto ai primi dello stesso anno che se la Crociata quella volta non fosse stata dedicata alla Consacrazione della Russia, Lei avrebbe usato i rosari per qualche altro scopo. Se questi messaggi sono veri, il Cielo non può aver preso troppo alla leggera l’essere stato manipolato a favore della politica ecclesiastica nella celebrazione del Giubileo fatta dalla FSSPX a Lourdes nell’ottobre 2008.

In ogni caso, quando l’11 febbraio 2009, tre settimane dopo l’”accantonamento”, i seminaristi della casa-madre della FSSPX a Ecône, in Svizzera, stavano facendo un’escursione ricreativa nelle montagne vicine, tre di loro furono travolti da una valanga, spinti e annegati in un lago ghiacciato della montagna. Cos’è l’11 febbraio? La Festa della Madonna di Lourdes.

Mera coincidenza? O il Cielo che parlava attraverso gli accadimenti, con una corrispondenza di più tra la storia interna di questi messaggi e la storia esterna delle due prime Crociate del Rosario? I lettori potranno giudicare da sé. Se sono convinti che la neo-Fraternità è sulla strada giusta quando cerca l’approvazione ufficiale della neo-Chiesa, non avranno alcuna difficoltà a respingere questa serie di messaggi supposti venienti dal Cielo come un’ulteriore “rivelazione privata” indegna di seria considerazione. Se invece ritengono che la neo-Fraternità e la neo-Chiesa stiano percorrendo una strada sbagliata, allora ecco che, essendo il mondo sull’orlo di un disastro inimmaginabile per aver trascurato la Consacrazione della Russia, è ragionevole che la Madonna abbia fatto un altro tentativo per ottenere questa Consacrazione attraverso le preghiere promosse dalla FSSPX.

Non che la FSSPX sia la salvezza della Chiesa, ma se le sue preghiere fossero state dirette correttamente, come aveva detto la Madonna alla sua messaggera, allora Lei avrebbe potuto ottenere da suo Figlio le grazie necessarie per far sì che tale Consacrazione potesse salvare sia la FSSPX sia la Chiesa e il mondo. Adesso è inutile “piangere sul latte versato”. È utile invece praticare la devozione dei Primi Sabati, specialmente per amore della Madonna. Lei non cesserà di provare a salvarci.

Kyrie eleison.